Poitou-Charentes

Francia

Il Poitou-Charentes è una regione della Francia occidentale affacciata sul Golfo di Biscaglia, confinante con i Paesi della Loira, il Limousin e l’Aquitania, con capoluogo Poitiers.

Comprende quattro dipartimenti, Charente, Charente-Maritime, Deux-Sèvres e Vienne. Provincie storiche sono Angoumois, Aunis, Saintonge and Poitou.

Le città principali della regione, oltre a Poitiers, sono La Rochelle, Angoulême, Niort, Châtellerault, Saintes, Rochefort e Royan.

A tre ore d'auto da Parigi, il Poitou-Charentes rivela dei gioielli d’arte romanica: l' Abbazia di Saint-Savin-sur-Gartempe, l'Abbazia delle Donne di Saintes, l'Abbazia di Fontdouce, la Chiesa Notre-Dame-la-Grande o ancora la Chiesa Saint- Pierre d'Aulnay-de-Saintonge.   E città dal ricco patrimonio storico come Royan, che ha il marchio di «Città d’Arte e Storia», e La Rochelle, con le sue torri e il vecchio porto.

Ma anche una natura incredibile. Il marais (acquitrino) della Charente-Maritime popolato da lontre, anguille, aironi e trampolieri, il marais Poitevin, "Gran sito di Francia", che si esplora a bordo delle tipiche barche a fondo piatto. La costa atlantica, quasi cinquecento chilometri di spiagge ondulate di dune e pinete: è una costa selvaggia, punteggiata dai porticcioli dei pescatori, dalle stazioni balneari e dagli ormeggi per le barche a vela.

L'Isola d'Oléron, ricca di bellezze naturali, l'Isola di Ré, con le casette bianche e i tetti rossi del pittoresco villaggio di St Martin de Ré, unita alla costa da un ponte-viadotto di tre chilometri,  o la più piccola Isola d’Aix, tutte uniscono i piaceri della spiaggia alle randonnées in bicicletta.

I paesaggi del Pitou-Charentes portano indelebilmente i segni dell'uomo, adattati nei secoli alle esigenze dell'allevamento e dell'agricoltura e soprattutto della pesca, da molti secoli la principale attività della regione, che tuttora alimenta numerose industrie di conservazione. L'uomo ha poi ha addomesticato il mare estraendo sale e allevando molluschi.

Il bacino di Marennes-Oléron, un autentico allevamento naturale di ostriche, si estende dalla Charente fino alla foce della Gironda e fornisce quasi la metà del mercato francese. La denominazione d'origine di  Marennes-Oléron  gode di un notevole prestigio internazionale.

Nella gastronomia del Poitou-Charentes il protagonista dunque è il mare ma non solo. Il menù tipico potrebbe essere: una dozzina di ostriche di Marennes-Oléron con pane nero di segale accompagnato da burro d'Echiré, lumache (cagouilles) da gustare con una salsa al vino, un pezzo di agnello e, infine, un po' del tipico formaggio di capra chabichou.

Grazie ad un terreno molto particolare, ad un clima favorevole ed alla dedizione e alla pazienza dell'uomo, il cognac da molti secoli rappresenta un magnifico biglietto da visita della regione in tutto il mondo, essendo considerato questo distillato un simbolo di assoluta distinzione. Dal suo travolgente successo nasce il pineau des Charentes, un vino liquoroso a base di cognac e di mosto di uva fresca.


I prodotti della regione: Poitou-Charentes